LA PESCA DI LEONFORTE IGP

Una storia siciliana

News & Eventi

_
in evidenza
Da Leonforte il meglio della terra

Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequat massa quis enim.

Learning Through Play
Devoted to the Early Education

Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequat massa quis enim.

Learning Through Play
Find a Class for your Children

Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae, eleifend ac, enim. Aliquam lorem ante, dapibus in, viverra quis.

previous arrow
next arrow
Slider
_

LA NOSTRA PASSIONE DI OGNI GIORNO

L’Azienda

L’azienda agricola Naturalmente Leonforte nasce nel 2014 dall’esperienza trentennale della famiglia Di Stefano,
attiva da anni nella produzione di Pesca di Leonforte IGP. La gestione è affidata al più giovane della famiglia,
Alessio Di Stefano, responsabile della produzione. In soli quattro anni, abbiamo impiantato 30 ettari di terreni,
con circa una produzione annua di 600 tonnellate.
L’azienda è aderente al Consorzio di Tutela Pesca di Leonforte IGP a cui conferisce il 100% della propria produzione.
La produzione inizia a luglio con le varietà precoci di percoca e, da inizio settembre fino a novembre, si lavora
la Pesca di Leonforte IGP.
Oltre al prodotto fresco, l’azienda trasforma in confetture e sciroppate le deliziose Pesche di Leonforte IGP.
Oggi la nostra realtà aziendale rappresenta un’occasione di lavoro per circa 20 famiglie.

NATURALMENTE GENUINA

NO ADDITIVI NE PESTICIDI

L’azienda agricola Naturalmente Leonforte è certificata GlobalGAP, non impiega diserbanti e
inoltre osserva tutte le prescrizioni indicate nel disciplinare del Consorzio di Tutela Pesca di Leonforte IGP.


AMORE E PASSIONE


La pratica dell’insacchettamento è particolarmente onerosa ma il risultato conferisce al frutto un sapore ed un profumo difficilmente riscontrabili in altri prodotti. Negli anni settanta si comincia ad affermare una peschicoltura più specializzata che porta ad un incremento delle superfici coltivate a pescheto. Inizia quindi la storia di una piccola“ follia”, di un lavoro certosino che inizia ogni anno a giugno. I frutti ancora piccoli e verdi vengono insacchettati a mano uno per uno. I sacchetti di carta pergamenata vengono chiusi con un sottilissimo fil di ferro in modo da proteggere le pesche dalla mosca, ma anche dal vento e dalla grandine e questo consente che i frutti vengono raccolti quando sono dolci e maturi. Agli inizi di settembre i sacchetti vengono staccati dall’albero, si estraggono le pesche e si selezionano, ancora una volta a mano e ancora una volta una per una.